it Italian
ar Arabiczh-TW Chinese (Traditional)en Englishfr Frenchit Italian

Quasi 80 milioni di persone nel mondo sono costrette
ogni anno ad abbandonare le loro case, i luoghi della
vita, per sfuggire a conflitti armati,
violenze sistematiche, catastrofi naturali e climatiche.

Covid-19: misure di sostegno per le famiglie in difficoltà

Riassumiamo le misure messe in atto dal Governo per le famiglie in difficoltà:

Bonus covid per i lavoratori stagionali;

Bonus Covid per forme di lavoro flessibile;

Congedo / bonus baby sitter / Centri estivi;

Indennità per i lavoratori domestici;

Reddito di emergenza (scadenza presentazione domande 31 luglio 2020).

Il reddito di emergenza

Nuclei familiari in condizioni di necessità economica in conseguenza dell’emergenza epidemiologica da COVID-19

– Nuclei con RICHIEDENTE cittadino italiano, comunitario, extra comunitario, residente in Italia alla data della domanda. Nessuna specifica tipologia di permesso o regolarità di soggiorno.

– La scala di equivalenza NON tiene conto di  componenti in stato detentivo o degenti presso strutture con costi a totale carico della PA. Somme che non concorrono alla formazione del reddito.


Nuclei con:

– un valore del «reddito» familiare (Reddito come definito da Regolamento ISEE), per CASSA, nel mese di aprile, inferiore ad una soglia pari all’ammontare del beneficio;
un valore del patrimonio mobiliare familiare con riferimento all’anno 2019 inferiore a una soglia di euro 10.000, accresciuta di euro 5.000 per ogni componente successivo al primo e fino ad un massimo di euro 20.000; il massimale è incrementato di 5.000 euro in caso di presenza nel nucleo familiare di un componente in condizione di disabilità grave o di non autosufficienza.
– Nessun limite al patrimonio immobiliare
– Un valore ISEE inferiore ad euro 15.000 (Ordinario, Corrente, MINORI).

Coloro che hanno necessità di informazioni possono rivolgersi ai Centri di Ascolto Diocesani o alla propria Parrocchia.

I volontari che desiderano consultare il materiale messo a disposizione dalla Caritas possono scrivere a caritasturritana@libero.it

Condividi questo articolo