it Italian
ar Arabiczh-TW Chinese (Traditional)en Englishfr Frenchit Italian

La cultura della cura, quale impegno comune, solidale e partecipativo per proteggere e promuovere la dignità e il bene di tutti, quale disposizione ad interessarsi, a prestare attenzione, alla compassione, alla riconciliazione e alla guarigione, al rispetto mutuo e all’accoglienza reciproca, costituisce una via privilegiata per la costruzione della pace. «In molte parti del mondo occorrono percorsi di pace che conducano a rimarginare le ferite, c’è bisogno di artigiani di pace disposti ad avviare processi di guarigione e di rinnovato incontro con ingegno e audacia».

Papa Francesco, Messaggio per la LIV Giornata Mondiale della Pace.

54a Giornata mondiale della Pace

È stato presentato giovedì 17 dicembre il Messaggio per la 54a Giornata mondiale della Pace, sul tema “La cultura della cura come percorso di pace” che si celebra il 1° gennaio 2021.

«La terribile esperienza della pandemia di Covid-19 ci ha portato a scoprire – o a riscoprire – la fragilità dei nostri organismi fisici e psicologici: il nostro corpo e la nostra salute. Ma anche la fragilità delle nostre istituzioni e delle nostre politiche che hanno sostenuto uno sviluppo di tipo “tecnocratico” – come dice l’Enciclica Laudato si’ – senza pensare alla tutela e alla cura della biodiversità e delle persone. Corpi e vita sono stati strumentalizzati per il solo servizio della produzione e del profitto», è stato dichiarato nella conferenza stampa, che si è svolta in modalità online.

Condividi questo articolo