it Italian
ar Arabiczh-TW Chinese (Traditional)en Englishfr Frenchit Italian

«Non distogliere lo sguardo dal povero» (Tb 4,7)

Colletta straordinaria Terra Santa

La Presidenza della Conferenza Episcopale Italiana ha indetto per domenica 18 febbraio una colletta nazionale, da tenersi in tutte le chiese italiane, quale segno concreto di solidarietà e partecipazione di tutti i credenti ai bisogni, materiali e spirituali, delle popolazioni colpite dal conflitto in Terra Santa.
Le offerte raccolte, saranno affidate a Caritas Italiana e renderanno possibile una progettazione unitaria degli interventi anche grazie al coordinamento con la rete delle Caritas internazionali impegnate sul campo.
“Caritas Italiana – spiega il direttore, don Marco Pagniello – è in costante contatto con la Chiesa locale: dopo aver sostenuto, nella fase iniziale dell’emergenza, gli interventi di Caritas Gerusalemme, continua a seguire l’evolversi della situazione, accompagnando le Chiese locali nell’organizzazione delle diverse iniziative per far fronte ai bisogni dei più poveri e favorire un clima di pace e riconciliazione”.
Pertanto, l’invito è quello di promuovere nelle  realtà questa iniziativa, che costituisce una preziosa occasione di sensibilizzazione e animazione delle comunità.
Tutte le offerte raccolte dovranno essere inviate dalle Diocesi a Caritas Italiana entro il 3 maggio 2024.

I Parroci e gli altri sacerdoti responsabili di chiese aperte al culto, potranno depositare le somme raccolte presso l’Economato Diocesano (termine massimo per la consegna 22 marzo 2024) o direttamente, nei giorni consueti di apertura al pubblico (dal martedì al venerdì dalle 10 alle 12.30) o attraverso bonifico bancario a favore dell’Arcidiocesi di Sassari IBAN IT06D0306909606100000078340 (causale Colletta straordinaria Terra Santa solidarietà e partecipazione).

Condividi quest'articolo