it Italian
ar Arabiczh-TW Chinese (Traditional)en Englishfr Frenchit Italian

Quasi 80 milioni di persone nel mondo sono costrette
ogni anno ad abbandonare le loro case, i luoghi della
vita, per sfuggire a conflitti armati,
violenze sistematiche, catastrofi naturali e climatiche.

Centro servizi Diocesano

I volontari assicurano a tutti coloro che lo chiedono indumenti in buono stato, viveri, materiale scolastico, prodotti per l’igiene e prodotti per l’infanzia. Per poter ritirare il pacco viveri (ogni 15 giorni) le persone devono essere passate al Centro di Ascolto Diocesano (per italiani o immigrati).

Da giugno 2020 i beneficiari del servizio vengono dotati di una tessera rilasciata dai Centri di Ascolto, in accordo con la Parrocchia di appartenenza del beneficiario: il ritiro è calendarizzato su piattaforma Ospoweb e la registrazione viene fatta direttamente al Centro Servizi.

Gli alimenti consegnati provengono dall’AGEA e dalle varie donazioni in particolare dalla Conad (tutti i giorni), dalle scuole e dalle Parrocchie.

N.b.: Oltre che donare abiti è importante donare dignità alle persone che aiutiamo: mettendoci nei panni delle persone in difficoltà ci renderemo conto che, nonostante la situazione di bisogno in cui si trovano, non meritano l’umiliazione di ricevere e dover indossare un abito sporco o rovinato. I volontari per motivi di tempo e forze non sono in grado di riparare, lavare e stirare nulla, così purtroppo sono costretti a buttare molti vestiti.

La conseguenza è un grande spreco sia di materiale, che di tempo e lavoro.

Questo tipo di servizio è presente in gran parte delle parrocchie della Diocesi.

Da marzo 2020 (inizio lockdown nazionale) il servizio raccolta-distribuzione vestiario è stato sospeso.

Se vuoi essere “guidato” al Centro Servizi dal tuo navigatore, clicca su “Visualizza mappa più grande”