it Italian
ar Arabiczh-TW Chinese (Traditional)en Englishfr Frenchit Italian
«Vieni e vedi» (Gv 1,46). Comunicare incontrando le persone dove e come sono
Nulla sostituisce il vedere di persona
Nella comunicazione nulla può mai completamente sostituire il vedere di persona. Alcune cose si possono imparare solo facendone esperienza. Non si comunica, infatti, solo con le parole, ma con gli occhi, con il tono della voce, con i gesti. La forte attrattiva di Gesù su chi lo incontrava dipendeva dalla verità della sua predicazione, ma l’efficacia di ciò che diceva era inscindibile dal suo sguardo, dai suoi atteggiamenti e persino dai suoi silenzi. I discepoli non solamente ascoltavano le sue parole, lo guardavano parlare.
(Papa Francesco, Messaggio per la 55ma Giornata Mondiale delle Comunicazioni Sociali)

Un po’ di storia della Caritas Turritana

La Caritas diocesana nasce a Sassari il 1° marzo 1982. Presieduta dall’Arcivescovo Mons. Paolo Carta, organizzata per mezzo di un proprio statuto, ha lo scopo di favorire l’attuazione del precetto evangelico della carità nella comunità diocesana e nelle singole comunità parrocchiali.
Il nuovo statuto viene approvato nel 1988 da Mons. Salvatore Isgrò, successivamente modificato nel 1991 e nel 1993. L’attuale statuto, rivisto e modificato alle nuove esigenze, è stato approvato da Mons. Paolo Atzei prima nel 2005 e da ultimo nel 2017.
In linea con il progetto pastorale diocesano la Caritas diocesana promuove l’animazione delle comunità ecclesiali al senso di carità verso le persone e le comunità in situazione di difficoltà.
Cura la comunicazione mediante la diffusione della programmazione, la creazione del sito web, la collaborazione con il periodo diocesano Libertà e la stampa locale.