it Italian
ar Arabiczh-TW Chinese (Traditional)en Englishfr Frenchit Italian
«Vieni e vedi» (Gv 1,46). Comunicare incontrando le persone dove e come sono
Nulla sostituisce il vedere di persona
Nella comunicazione nulla può mai completamente sostituire il vedere di persona. Alcune cose si possono imparare solo facendone esperienza. Non si comunica, infatti, solo con le parole, ma con gli occhi, con il tono della voce, con i gesti. La forte attrattiva di Gesù su chi lo incontrava dipendeva dalla verità della sua predicazione, ma l’efficacia di ciò che diceva era inscindibile dal suo sguardo, dai suoi atteggiamenti e persino dai suoi silenzi. I discepoli non solamente ascoltavano le sue parole, lo guardavano parlare.
(Papa Francesco, Messaggio per la 55ma Giornata Mondiale delle Comunicazioni Sociali)

Ostello maschile

Di cosa si occupa

L’Ostello maschile Caritas, aperto da giugno 2003, è una struttura completamente rinnovata e composta da cinque camere, da due o tre letti, tutte fornite di servizi igienici e doccia, una sala di soggiorno ed incontro per gli ospiti con poltrone e televisore, una stanza fumatori, una stanza ad uso lavanderia, due camerette con bagno per i volontari del turno di notte ed uno spazio di accoglienza e preghiera. In totale può ospitare 12 persone, ma in periodi particolari, come un grande freddo invernale, un indulto o uno sgombero forzato, la sala soggiorno può essere attrezzata con letti provvisori in modo da ospitare altre persone. L’Ostello dà accoglienza serale e notturna a persone senza fissa dimora e/o in gravi difficoltà, permettendo di dare una soluzione, seppure provvisoria, a tante emergenze non altrimenti risolvibili vista la mancanza di strutture analoghe nel territorio sassarese.
L’accoglienza temporanea a chi è senza dimora impone un accurato ascolto e discernimento delle storie e delle persone che fanno richiesta di ospitalità, non solo perché gli spazi disponibili sono ridotti, ma soprattutto perché lo scopo dell’accoglienza temporanea è trovare soluzioni durature e stabili.
Pertanto gli ospiti sono ammessi all’Ostello previo colloquio che si svolge nella stessa struttura da un équipe apposita, eventuali improvvise emergenze notturne vengono risolte direttamente dal responsabile e/o dagli operatori volontari del turno di notte.

Mediante il monitoraggio delle presenze (gli ospiti sono tenuti a firmare un foglio presenze giornaliero) è stato possibile rilevare una serie di dati statistici che, elaborati dalla Caritas diocesana, sono riportati nella tabella che segue

Turni cena ostello 2021

Organizzazione del servizio

I turni sono due: uno serale (dalle 19,00 alle 21,30) ed uno notturno (dalle 21,30 alle 08,00). La cena viene preparata in settimana dalle suore, il sabato e la domenica viene portata a turno da un gruppo di famiglie di città e paesi vicini.
Ogni mercoledì sera alle 20.45 si recita il S. Rosario

 

Se vuoi essere “guidato” all’ostello maschile dal tuo navigatore, clicca su “Visualizza mappa più grande”